DIRITTO DELLA SICUREZZA SUL LAVORO

   

In materia di Sicurezza sul Lavoro, offriamo sia consulenza preventiva che difesa in caso di procedimento penale.

La nostra attività di consulenza mira soprattutto a:

  • Valutare lo stato attuale di un’azienda o di una singola unità produttiva, dal grande stabilimento fino al singolo cantiere, in relazione agli obblighi previsti dal T.U. 81/2008 in materia di sicurezza sul lavoro;
  • Controllare l’individuazione dei soggetti che rivestono i “ruoli” previsti dal T.U. 81/2008, soprattutto con riguardo al datore di lavoro, attraverso l’analisi delle nomine formali ma soprattutto delle funzioni effettivamente svolte;
  • Adottare strategie organizzative idonee a garantire una migliore gestione del rischio;
  • Rafforzare la “tenuta” del Documento di Valutazione del Rischio (DVR) e degli altri documenti obbligatori (DUVRI, POS, PSC, ecc.);
  • Costruire un sistema di deleghe capace di ripartire le responsabilità in modo chiaro, così da evitare che in caso di verificazione di un reato rispondano tutti i soggetti a vario titolo impegnati dalla disciplina del T.U. 81/2008;
  • Preparare una difesa solida in caso di avvio di un procedimento penale, causato o meno dalla verificazione di un infortunio.

Vedi anche: Perché dovrei avere bisogno di una consulenza in tema di Diritto della Sicurezza sul Lavoro?


Possiamo dunque assistere le seguenti categorie di soggetti:

  • Datore di Lavoro, da intendersi in senso ampio: dal singolo imprenditore al direttore di uno stabilimento, fino ai membri di un Consiglio d’Amministrazione o all’Amministratore Delegato. Il datore di lavoro è il principale “debitore di sicurezza”, sul quale ricadono numerosi obblighi, alcuni dei quali non delegabili. È importante tenere a mente che è il giudice penale a decidere, in base ai compiti effettivamente svolti, quali soggetti (possono essere più di uno!) rivestono tale qualifica e sono dunque soggetti ai relativi obblighi e responsabilità. Pertanto, è indispensabile che ogni soggetto sia sicuro della propria qualifica!
  • Responsabile del Servizio Protezione e Prevenzione (RSPP): L’RSPP ha di certo pochi dubbi sulla qualifica che riveste, perchè è appositamente nominato in tale ruolo ed è la nomina stessa a decidere chi è l’RSPP, non il giudice penale. Egli possiede tuttavia obblighi e responsabilità in materia di sicurezza sul lavoro, ed aiuta il datore di lavoro a redigere il Documento di  Valutazione del Rischio: ha dunque tutto l’interesse a richiedere una consulenza preventiva.
  • Dirigenti, così come qualificati ai sensi del T.U. 81/2008. Per i dirigenti vale lo stesso discorso del datore di lavoro: è il giudice penale a verificare, caso per caso, chi rivesta tale qualifica, ben potendo riconoscerla anche in capo a soggetti che non possiedono la qualifica “lavoristica” di dirigente ma svolgano di fatto funzioni – agli occhi del giudice – assimilabili.
  • Preposti;
  • Responsabile dei Lavoratori per la Sicurezza (RLS);
  • Committente dei Lavori;
  • Responsabile dei Lavori;
  • Coordinatore per la Sicurezza nella fase di progettazione (CSP);
  • Coordinatore per la Sicurezza nella fase di esecuzione dei lavori (CSE);
  • Direttore tecnico dei Lavori;
  • Capo cantiere;
  • Lavoratori.

Cosa possiamo fare in tema di sicurezza sul lavoro (in breve): 

  • Difesa giudiziale in materia di diritto penale della sicurezza sul lavoro
  • Audit di conformità della normativa sulla salute e sulla sicurezza sul lavoro;
  • Consulenza legale per l’implementazione dei sistemi di gestione della sicurezza sul lavoro;
  • Consulenza e assistenza giuridica nella implementazione dei modelli previsti dal D.Lgs. 231/01 per i reati presupposto in materia antinfortunistica;
  • Assistenza giuridica nella predisposizione di deleghe di funzione aziendali;
  • Consulenza legale nella compravendita di impianti e macchinari e negli atti negoziali implicanti problematiche in ambito di salute e sicurezza sul lavoro;
  • Assistenza giuridica durante le ispezioni delle Autorità di vigilanza e controllo sulle applicazioni delle norme del diritto della salute e della sicurezza sul lavoro;
  • Difesa nei procedimenti innanzi all’Autorità giudiziaria penale, conseguenti a violazione di norme del diritto sulla sicurezza sul lavoro (lesioni personali colpose ed omicidio colposo aggravati dalla violazione della normativa antinfortunistica);
  • Difesa delle imprese innanzi all’Autorità giudiziaria penale per responsabilità amministrativa ex d.lgs. 231/01;
  • Difesa nei procedimenti innanzi all’Autorità amministrativa per ritiro temporaneo dal mercato e divieto di utilizzo di macchine che pregiudicano la sicurezza nelle imprese delle persone e/o delle cose;
  • Formazione risk management;
  • Formazione continua sulle novità normative e giurisprudenziali del diritto della salute e sicurezza sul lavoro;
  • Formazione specifica aziendale in materia di diritto penale del lavoro;

 

CONTATTACI

TELEFONO: 059 242720

MAIL: segreteria@bdstudiolegale.com

 

DIRITTO PENALE